Mentre ci si trastulla e ci si bea, sul piano virtuale, dei riconoscimenti su Matera e la Basilicata quali mete consigliate dell’anno da giornali, riviste e portali turistici internazionali, la città ”reale” che si prepara tra feste, eventi, cantieri in attesi dei responsi dei bandi, fa i conti con le situazioni di indecoroso …decoro urbano. Le deiezioni canine o escrementi , come li si definiscono con termini eufemistici, ma sempre merda è… , continuano a chiazzare strade, marciapiedi e piazze della ”capitale europea della cultura 2019”. Da piazza Pascoli a piazza Duomo, ai piedi del sagrato, a via del Corso, da piazza delle Costellazioni (rione Agna) a via Trabaci (San Giacomo) a via Annunziatella al marciapiede dell’incrocio di via Nazionale dove il monumento alla ” Madonnina” eretto nel 1954 per ” Matera civitas Mariae”. Gli escrementi sono un po’ ovunque,in bella mostra, a ridosso delle scalette che da via Marconi portano in via Nazionale, alternati alle ghiande e al fogliame dei lecci. No non si tratta di cinghiali ( ci mancherebbe altro) ma è opera di quella minoranza di maleducati, possessori di amici a quattro zampe, che lasciano che Fido faccia i bisogni dove gli pare. Alla faccia delle ordinanze che non vengono fatte rispettare, come accade per altre forme di abusivismo. Altro che tolleranza zero…a chiacchiere. Uno sconcio tollerato che ingrossa la schiera di quanti sono sicuri di farla franca. Una situazione che sa di sporcizia comunque la si giri. Educazione, informazione preventiva e sanzioni doverose verso i maleducati? Neanche a parlarne. Sono gli effetti dell’economia delle mani libere. C’è un limite a tutto anche al decoro, sopratutto ( ci riferiamo ai credenti) quanto si è a ridosso di un luogo di significato religioso. Non sappiamo cosa ne pensano quanti con ipocrisia gestiscono la cosa pubblica e sono devoti o per protagonismo non si perdono una cerimonia religiosa. Ma un po’ di decoro e un ”mea culpa” ci stanno tutti. Chissà che una scivolata sugli escrementi canini non fulmini sulla via del ravvedimento , in questo caso su via Marconi e via Nazionale,quanti sono insensibili su un tema volutamente ignorato…