La Basilicata cala il poker per le bandiere blu, il riconoscimento europeo assegnato dalla Foundation for Environmental Education (Fee), in relazione al rispetto della balneazione delle acque, dei parametri di sostenibilità ambientale e della qualità dei servizi turistici. E così dopo Maratea e Policoro, sulle quali svettano le bandiere del mare azzurro delle coste tirrenica e jonica, è toccato a Metaponto e a Nova Siri fregiarsi di questo titolo…nonostante le problematiche di diverso tipo – imputabili a terzi- che avevano fatto comparire qualche nuvola di preoccupazione sul contesto ambientale della costa metapontina. Tutto risolto e riconoscimenti meritati. Policoro ha conseguito la terza bandiera blu consecutiva per la balneabilità e la seconda per gli approdi turistici. Soddisfazione, in proposito è stata espressa dal sindaco ed ex ammiraglio Enrico Mascia. ” Ci siamo preparati -ha detto Mascia- con la calma olimpica dei forti, nononstante le vicissitudini delle scorse settimane. Il risultato è merito dei cittadini per i comportamenti virtuosi e per quanto l’Amministrazione comunale ha messo in campo in questi mesi, cominciando con gli interventi di maquillage del lungomare, e nel creare le condizioni per migliorare la qualità dell’accoglienza e dell’offerta turistica” . A Policoro stanno lavorando al potenziamento del sistema agrituristico con il recuperare anche di edifici, che possono servire allo scopo. Entusiasmo anche per il sindaco di Bernalda, Domenico Tataranno, a Roma per la premiazione con l’assessore Domenico Calabrese, per il quale l’attribuzione della bandiera blu per la prima volta a Metaponto , è il ”segno di un inizio per il rilancio della località” . ” Questo risultato -ha detto Tataranno- è il frutto di un lavoro cominciato con l’insediamento dell’Amministrazione, osservando i parametri richiesti e coinvolgendo cittadini e operatori economici. E’ il punto di partenza per rilanciare Metaponto, migliorandone l’offerta, e per confermare la bandiera blu anche l’anno prossimo”. Una iniezione di fiducia nel segno di Pitagora, dopo l’inaugurazione sul lungomare della scultura di Salvatore Sebaste, e stagioni ”erosive” della costa che hanno destato non poche preoccupazioni. Ma ci sono i presupposti per invertire la rotta e rinverdire l’immagine di un recente passato. Soddisfazione anche dal Comune di Nova Siri a Roma con il sindaco Eugenio Lucio Stigliani che ha messo in campo tante iniziative – sintetizzateci dall’assessore ai lavori pubblici, Nicola Melidoro- per portare in spiaggia la bandiera blu. ” E’ -ha detto l’assessore Nicola Melidoro-Un riconoscimento che ci fa davvero piacere , che tranquillizza dopo quanto verificatosi nelle scorse settimane. E’ tutto sotto controllo. E’ il risultato del lavoro di squadra, di un lavoro certosino portato avanti per mantenere gli standard degli impianti di depurazione, acqua di balneazione, gestione dei rifiuti e di altri servizi che contribuiscono a tenere alti i fattori di sostenibilità e della qualità dell’offerta. E’ nostro impegno lavorare per confermare il risultato di quest’anno”. Per le tre località del Metapontino un motivo in più in vista di Matera 2019 e della rinnovata attenzione, doverosa, riavviata dal dibattito aperto con le iniziative del Comitato Pollino-Magna Grecia ” Meta Siris 2018”. Ma ci piace ricordare quanto, agli inizi quasi da solo, ha fatto e sta facendo quell’indomito ambasciatore del rapporto mare,ambiente, cultura, scuola che è Sigismondo Mangialardi, fondatore e animatore di tutta quella progettualità di promozione intelligente cresciuta con il circolo Velico Lucano.